Visita S.A.R. Principessa Beatrice di borbone - Il Campanile Enna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Visita S.A.R. Principessa Beatrice di borbone

Chi siamo > presentazione libri > eventi dante alighieri

post inserito il 22 maggio 2014, foto Arangio/Emma - testo Matteo Bertino/Salvatore Presti. articolo correlato Il Conte di Castrogiovanni .

Visita  ad Enna
di S.A.R.  Principessa Beatrice di Borbone
delle Due Sicilie


Domenica 18 maggio 2014 S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie ha fatto tappa nella nostra città nel corso di un tour che è poi proseguito verso Aidone e Piazza Armerina.
La principessa è stata accolta presso il Castello di Lombardia dal Dr. Matteo Bertino, Cavaliere del Sacro Militare Ordine Constantiniano di San Giorgio, Coordinatore Prov. Di Enna, dall’Assessore al Turismo del Comune di Enna, Fabiola LO PRESTI, dalla Presidente della Pro loco “Proserpina” Gioia Pugliese, ed inoltre dal Presidente Dr. Rocco LOMBARDO, dal Vice Presidente Prof.ssa  Francesca REITANO e dal segretario Dott. Federico EMMA,  della Società Dante Alighieri, che hanno illustrato gli aspetti culturali e storici della città di Enna.

Il Gruppo Folkloristico i "Fajiddi" sulle note di una tarantella siciliana ha rallegrato la giornata.
Il Gruppo degli Arcieri del Castello ha eseguito una dimostrazione coinvolgendo la Principessa che effettuando dei tiri con l’arco ha dimostrato anche una certa abilità e precisione.


Anche se le condizioni climatiche non erano ideali, dall’alto dei suoi 970 metri s.l.m. è stato possibile godere della suggestiva vista dell’Etna e ammirare la Rocca di Cerere.
Ad accompagnare l’ illustre ospite e il suo seguito, è stato invitato lo storico dell’arte Rocco Lombardo, presidente del Comitato ennese della Società Dante Alighieri, intervenuto con la vice presidente Francesca Reitano e il segretario Federico Emma. Curiosità e intereresse ha suscitato nella principessa Beatrice il racconto di un fatterello di storia patria locale – appreso dalle pagine della “Storia di Enna” di Paolo Vetri, edita nel 1879 – riguardante Ferdinando II di Borbone che, in visita nella nostra città nel 1837, sulla Rocca di Cerere vide una croce a terra “la prese, la baciò e la ripose al suo posto, fissandola al suolo”. Entusiasta della narrazione, la Principessa ha promesso allo stesso Lombardo e all’ assessore Lo Presti di ritornare ad Enna – qualora si volesse rievocare l’evento di oltre 170 anni fa con la posa di una Croce.

Prima del commiato ed i ringraziamenti per la calorosa accoglienza, la principessa Beatrice ha consegnato a Rocco Lombardo, nella qualità di presidente, un diploma rilasciato alla Società Dante Alighieri, quale attestato di benemerenza.
Beatrice è dama di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, riconosciuto dallo Stato Italiano con decreto del Presidente della Repubblica. L’Ordine ha medesimi riconoscimenti da parte di altri Paesi sparsi nel mondo e mantiene lo Status Consultivo del Consiglio delle Nazioni Unite a New York. Inoltre in campo internazionale è riconosciuto quale Ordine di Cavalierato che, dalle sue origini più antiche, si è dedicato alla glorificazione della Croce, la propagazione della Fede e la difesa della Chiesa. Il Gran Maestro e Capo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie è il principe Carlo di Borbone. La Commenda ha sede a Palermo, il cui delegato è il Cavaliere di Gran Croce, dott. Antonio Di Janni, e il Priore è l’Arcivescovo di Monreale, S. E. Mons. Michele Pennisi, già Vescovo di Piazza Armerina.
Dopo Enna la Principessa Beatrice si è recata ad Aidone, per ammirare la Dea e gli scavi di Morgantina e infine a Piazza Armerina per la visita della Villa Romana del Casale.

Torna ai contenuti | Torna al menu