Angelo Signorelli, scrittore - Il Campanile Enna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Angelo Signorelli, scrittore

A letteratura du Campanaru > Angelo Signorelli

BIOGRAFIA  

Enna 1933 - Capriva del Fiuli (GO)2006

Angelo Signorelli  nacque  a Enna l’8 aprile 1933.
Conosciuto come il "mago delle favole" per la simpatica abitudine di presentare i suoi libri attraverso accattivanti giochi di prestigio, visse in Friuli dal 1969 dove era arrivato come ufficiale di complemento.
Uscito dall’esercito per dedicarsi all’insegnamento, dimostrò una predilezione particolare verso le attività motorie e l’animazione teatrale, coltivando però una predilezione per "l’affabulazione" orale e scritta ispirandosi alle ricche tradizioni della sua terra ed a quelle altrettanto ricche del Friuli  Venezia Giulia fino ad offrire apporti originali e talvolta innovativi.


Nel 1987 con  La legge del più forte,  vinse il prestigioso premio letterario "H.C. Andersen" considerato uno dei più importanti nel settore della letteratura per l’infanzia. Il racconto inserito nel libro L’arcobaleno della fantasia ( pubblicato nel 1988 dopo aver ottenuto, come opera inedita la medaglia d’oro "Premio Boccaccio" di Roma), può ancora oggi essere considerato come uno dei migliori apparsi negli ultimi anni della sua produzione.
Angelo Signorelli, personaggio prolifico in diversi settori, ha dato alle stampe oltre una ventina di pubblicazioni:alcune sono state tradotte in lingua slovena, croata e friulana e, una, in lingua inglese.

Nel corso della sua attività ha spesso ottenuto premi letterari e riconoscimenti importanti: tra questi  il Premio "Euno" del Kiwanis International Club, che viene assegnato annualmente ad un cittadino ennese distintosi per meriti artistici.
Pur vivendo lontano dalla sua terra egli soleva dire: " Io non mi sono mai allontanato , neanche per un solo  istante dalla mia patria natìa: Enna è sempre  in me".
In effetti il suo cuore era legato ad Enna dove spesso si recava per ritrovare sensazioni, amici ed affetti portando anche il bagaglio delle sue creazioni con una serie di manifestazioni al Teatro Garibaldi:" La legge del più forte " "Cori cori u lacu mori" , " La principessa delle nuvole" favole rappresentate dagli alunni delle scuole elementari del Plesso Fundrisi e del Circolo De Amicis , scuole con le quali manteneva sempre contatti  come la presentazione del libro "Codamozza"   e delle ultime pubblicazioni che prendevano spunto dallo studio del corpo umano.



Come nasce il Concorso " Angelo Signorelli … la magia delle favole"?

E’ un  desiderio della nipote ( Franca Petralia), insegnante presso la scuola "De Amicis", quello  di ricordare lo scrittore ennese  che scriveva favole per  bambini, l’eterno fanciullo che insegnava  a non vergognarsi di essere bambini anche in età adulta. Il dirigente del 1° Circolo didattico dott.ssa Maria Belato, accoglie con grande entusiasmo l’idea di promuovere attraverso il concorso divulgazione culturale, amore per la lettura, stimolo per  il pensiero creativo e  la fantasia anche perché  lei  stessa conosceva bene Angelo Signorelli: ogni volta che tornava nella sua città, lo scrittore  non perdeva occasione di andare a trovare i bambini a scuola  ed instaurava con loro un rapporto così simpatico e divertente  da fargli meritare l’appellativo "lo zio mago".
Era ormai una consuetudine presentare i suoi racconti  e le sue favole con accattivanti giochi di prestigio  che piacevano a grandi e piccini. " Il mago delle favole" era perciò chiamato da tutti e  da ciò il titolo  del concorso.

La proposta all’Amministrazione Comunale di indire un concorso trova ampi consensi e subito si mette in moto la macchina operativa per organizzare tutto. La prima edizione del Concorso che ha  quindi lo scopo di ricordare lo scrittore ennese conosciuto  in tutta Italia  per le sue produzioni letterarie per l’infanzia,  riceve larghi consensi ed è un vero successo: sono molte le scuole che  accolgono  la proposta di partecipare al concorso con le  favole  scritte dai bambini. Anche alla seconda edizione del Concorso aderiscono  oltre 40   scuole da varie regioni d'Italia  e si pensa alla pubblicazione di   un'antologia dei testi migliori. La 2^edizione mostra una crescita di carattere culturale: vengono coinvolte le Università  Kore di Enna  e l’Università degli Studi di Udine che concedono i loro patrocini per le seguenti motivazioni:" La manifestazione ha come finalità pedagogiche e didattiche  lo stimolo all’amore per la lettura e alla produzione di favole da parte dei bambini  e  ha  come obiettivo la conoscenza di un autore di letteratura  per l’infanzia ,ovvero ricordare   la figura e l’opera di Angelo Signorelli, nato a Enna e vissuto in Friuli che ha avuto numerosi riconoscimenti per la sua produzione  di letteratura per l’infanzia." Viene coinvolto il prof. Livio Sossi ( Docente di Letteratura per l’Infanzia presso l’Università degli Studi di Udine) che è stato uno dei critici più attenti dell’opera di Angelo Signorelli  a cui  ha dedicato anche una parte di una tesi di laurea discussa all’Università di Udine.

a cura di Franca Petralia

Torna ai contenuti | Torna al menu